Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 ottobre 2009 6 10 /10 /ottobre /2009 09:30
sveglia


Per quanti lo ignorassero, preciso che il nano non mi ha fatto dormire per quasi tre anni e mezzo. In più, alla sera non chiudeva occhio prima delle 23-23/30 nonostante tutti i miei disperati tentativi di metterlo a nanna alle 21.00

Ho tentato di tutto, padellate in fronte incluse e persino( mea culpa!) il famigerato metodo Estivill, ma lui niente: era cronicamente insonne. Chiedo per carità cristiana che nessuno si faccia avanti sciorinando gli ovvi sistemi che avrei potuto adottare per farlo andare a letto presto: li ho provati tutti, non funzionavano. Non funzionavanooooo? esclameranno sicuramente le miracolate che hanno sempre potuto beneficiare di figli che alle otto di sera crollano di sonno. Già, la cosa vi sconvolgerà nella più intima fibra del vostro corpo ma no, non funzionava nulla. Non aveva sonno, punto e basta. Sfido chiunque, Estivill per primo, a far addormentare un tarantolato che continuava a saltare nel lettino fino a notte fonda anche se di giorno l’avevo sfiancato con qualsiasi attività possibile e immaginabile, lecita e non.

Poi, dopo circa cinque anni di suppliche, il buon Dio ha voluto concedermi la grazia. Ha investito mio figlio del benefico dono della narcolessia e ora fila a letto entro le nove senza alcuna difficoltà. Cade addormentato cinque minuti dopo che gli ho rimboccato le coperte e si risveglia al mattino non prima delle otto.

Quindi, devo pure faticare per farlo alzare. Sono a pezzi, mamma! Distrutto… Muoio dal sonno! Pigola ogni mattina, anche se lui adora andare a scuola. Ci andrebbe anche il sabato e la domenica. Ma… In tutto questo inspiegabile miracolo esiste tuttavia un ma.

Nei week-end il suo orologio biologico sfarfalla e ritorna indietro ai tempi in cui mi faceva dannare per dormire. Il sabato e la domenica, puntuale come una cambiale, si sveglia all’alba. Sempre, senza eccezioni. La scusa ufficiale è che ha fatto un brutto sogno popolato di mostri orridi, ma ufficiosamente posso dirvi che – sfigata come sono – Dio ha semplicemente voluto sì concedermi un miracolo, ma è un miracolo part-time.

Accontentati! diranno le mamme e i papà che hanno ancora la sventura di combattere contro piccoli cronicamente allergici al sonno. Si, avete ragione, per carità. Poichè ho vissuto la vostra stessa dolorosa vicenda per anni vi sono vicina con tutto il cuore però, visto che sistematicamente durante la settimana mi alzo non più tardi delle sei, avrei piacere di rimanere con la testa appoggiata al cuscino fino alle sette almeno durante il week end.

Ma no, quei fottuti mostri vengono a turbare i sogni del mio angioletto proprio durante il sabato e la domenica, giorno teoricamente dedicato al sacrosanto riposo e sempre, ovviamente, quando ho qualche scadenza lavorativa o scrittevole.

Oggi, per esempio, dovrei terminare con urgenza un pezzo che verrà pubblicato in un’antologia. Così, visto che è sabato, sono in piedi dalle cinque e mezza. Ale ha sbarrato gli occhi alle sei e quarantacinque ed ora è in camera mia a drogarsi con i cartoni animati. Gli concederò ancora un’oretta di visione selvaggia e poi andrò a prelevarlo, inebetito e farneticante, e mi ci vorrà una giornata per disintossicarlo dal linguaggio cartonese.

Lampo totanico! Fuoco immobilizzante! Lance iperboliche! se per disgrazia non riesco ad essere così tempestiva da girare su un altro canale mentre trasmettono i Gormiti.

Ehi tu, sporco figuro di un portiere…Ti spezzerò le gambe con il mio destro micidiale e per te sarà finita!  se per caso ci sono Holly e Benji

E via dicendo…

Fortuna che nel pomeriggio lo porto al Libro Incantato, la deliziosa libreria per ragazzi di Roma dove è previsto un incontro con un geologo che parlerà di preistoria ai bambini. Passeremo la domenica a disquisire su placche osse e fossili, ma almeno avrò distolto i suoi pensieri di bimbo dalle baggianate. Peccato che insiste col volersi portare dietro il suo triceratopo di plastica. A grandezza naturale, ovvio...


Condividi post

Repost 0

commenti

anonimo 10/18/2009 18:53

Non so perchè mi ha dato anonimo ma sono http://vistodaei.splinder.com

anonimo 10/18/2009 18:52

Hai ragione, non esiste un metodo infallibile, alle volte serve pazienza-rassegnazione-senso della misura (c'è chi con due risvegli ulula che il bimbo non dorm mai) e via dicendo.
Io non applico nessun metodo,o meglio li applico tutti a seconda delle necessità, non mi fossilizzo mai su un aspetto soltanto. E li applico non solo in funzione del piccolo, ma anche quello che più garba a me in quel momento.
Se non ho voglia di alzarmi una notte perchè sono molto stanche me lo fiondo diretto nel lettone e sono più serena anche io...insomma un gran casino e basta!

cautelosa 10/13/2009 08:13

Bellissimo post su un argomento, il dormire dei figli, sul quale quanto ci sarebbe da scrivere! E quanti ricordi, anche in chi ha ormai i figli in età di essere padri...
 

Chi Sono

  • : La Staccata
  • La Staccata
  • : Luana Troncanetti, scrittrice per caso, schiava devota dell'ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, aka Superboy. Nel 2009 ho vinto il Premio Massimo Troisi per la scrittura comica e sono ancora qui a disegnare cerchietti in un angolo e a chiedermi: "Ma che s'erano pippati quelli della giuria?"
  • Contatti

Sneakers o tacco 12? Scegli il tuo banner!

Mamma staccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

mamma taccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

Bogo Approved Blog

bogo approved blog   

Archivio

I miei libri

More about Enciclopedia degli scrittori inesistenti More about Le mamme non mettono mai i tacchi More about Aggiungi un porco a favola More about Tris di risate More about Se mi lasci non male More about Hai voluto la carrozzina?