Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 giugno 2012 1 04 /06 /giugno /2012 10:18

papa-staccato


Avevo già creato, anche se con modalità diverse, questa pacifica sfida a suon di tacco su www.lenuovemamme.it, un sito al quale ho collaborato per diversi mesi. A Novembre scorso Staccate versus Taccate era semplicemente una piccola rubrica (contava appena due post, uno per “fazione”) all’interno di uno spazio web piuttosto ampio. Per una scelta redazionale è stata soppressa a poche settimane dalla sua creazione.

L’ho quindi rilanciata nel mio blog con il plusvalore dei bannerini, trasformandola così in un’iniziativa di più ampio respiro che ha riscosso, nel suo piccolo, un successo insperato. Sono già tante le mamme che hanno detto la loro sull’argomento; altri post sono in arrivo, e sono curiosissima di leggerli perché la qualità delle loro riflessioni è semplicemente fantastica.

Il tema appassiona, molto. Curiosamente interessa in qualche modo anche i papà. Perché allora non coinvolgerli? L’idea mi è venuta grazie a  El_Gae , il quale è stato fra i primi a lasciare un commento al post che ha lanciato  Staccate versus Taccate. Questo, per la precisione: Già dalla prima riga discriminatoria verso gli uomini. Oppure posso dire la mia? Non so... I tacchi mi slanciano, ma non riesco a portarli :P “

Mi si è accesa una lampadina e ho pensato di lanciare un banner per papà staccati, quelli che vestono comodo un po’ per indole, un po’ perché si prendono cura della prole al pari delle loro compagne. Smuovono le terga esattamente come facciamo noi, ecco perché “i tacchi” (nel loro caso la cravatta, il doppio petto figo, le scarpe Duilio) non li mettono. O magari sì, io non do mai nulla per scontato… Perché un papà staccato lo è nell’animo, non tanto nel vestire; soprattutto è di-staccato dall’ormai preistorico retaggio che i figli siano “un compito” della madre, questo a prescindere da come si veste.

Lì per lì non mi è sembrata poi questa ideona. Allora ho chiesto consiglio a El_Gae prima di lanciare “Sono un papà staccato” in Rete. Vi riporto soltanto uno stralcio del chilometrico messaggio che gli ho spedito su Facebook:

“Dunque, si tratterebbe di questo: vorrei creare un terzo banner dedicato ai papà, che per ovvi motivi non andrebbe ad aggiungersi alla "disputa" fra le signore; sarebbe più una sorta di autocertificazione per quei papà che corrono dietro alla prole quanto e come la compagna, naturalmente senza tacchi.

Sto pensando a una breve introduzione sul mio blog per spiegare il perché di questo bollino, e sto anche pensando (ammesso che l'idea non ti sembri un'assoluta stronzata, il che è un'ipotesi plausibilissima) che sarebbe per me un onore se mi facessi in qualche modo da padrino, visto che l'idea me l'hai fatta venire tu.

Mi piacerebbe molto se battezzassi questo bollino con due righe due, non di più, su Stratobabbo. Una roba ironica sul genere Quella sciroccata della Staccata ha creato questo banner per papà. Visto che io ci sto con la testa meno di lei, allora lo appiccico nel mio blog”.

Lui, con un pragmatismo tutto al maschile, ha risposto:                            

“Ciao Luana. Leggo da uno smartphone che non permette alle mie ditone risposte elaborate. Intanto ti dico che ci sto, domani con una tastiera vera.... Ecco. Buona notte.”

Un classico: una donna sperpera trenta righe abbondanti per chiedere una cosa, un uomo risponde in appena due confermandole che sì, è decisamente più fuori di testa di lei. Ha accettato senza troppi fronzoli. Schematico, pratico, deciso. In una parola: adorabile!

Per questo oggi lancio il bollino per papà staccati con un padrino d’eccezione: El_Gae, 94 kg di strepitosa simpatia per una non ben precisata altezza al garrese, papà di una triade di figli arrivati in 15 mesi (il trucco è che 2 su 3 sono gemelli), è un blogger che ho conosciuto grazie all’intervista di Chiaradinome pubblicata su Genitori Crescono:Un papà stratosferico? No, solo Stratobabbo 

Due cose ci accomunano: uno stile scanzonato, ironico e graffiante (anche se lui ha unghie molto più affilate delle mie, e spero che lo prenda come un complimento, perché lo è) e una comparsata nel programma Ladies and Capital ad appena un giorno di distanza l’uno dall’altra. Mi sono persa il suo intervento perché è stato ospite della trasmissione l’unica mattina negli ultimi sei mesi in cui non ero sintonizzata su Radio Capital. Quando si dice il tempismo…

Ecco il divertentissimo post con cui El_Gae battezza questa iniziativa: Staccatissimo me  

Mi auguro che altri papà vorranno raccontarci perché non mettono i tacchi; sarò felice di raccogliere le loro testimonianze con la stessa procedura riservata alle signore: è sufficiente scrivere un post e segnalarmi il link utilizzando il form “contattami”. Anche per loro non è ovviamente indispensabile essere dei blogger. Possono inviarmi il loro post che verrà pubblicato in subaffitto (gratuito, è sempre meglio  specificare) su La Staccata.  

Ringrazio tutte le Staccate e le Taccate che hanno aderito finora, quelle che lo faranno in futuro e da oggi anche i papà. Essere genitori corrisponde spesso a correre, a prescindere dall’equipaggiamento scelto: ballerine, tacchi, eleganti scarpe da uomo fabbricate da un artigiano elfo o sdrucite sneakers. Il trucco per essere mamme e papà sufficientemente buoni consiste nel non affannarsi troppo a raggiungere chissà quale traguardo, ricordarsi di respirare di tanto in tanto e trottare mano nella mano sempre con il sorriso sulle labbra. Correre passandosi di tanto in tanto il testimone, poi, facilita il compito anzichenò.      

Felice corsa a tutti gli staffettisti con prole; senza distinzione di sesso, età, razza, fede calcistica o tacco!   

Condividi post

Repost 0

commenti

vittore 09/11/2012 12:07

Mi ero perso l'iniziativa. E quindi sono in ritardo. Posso ancora? Vabbè chissene.... ci provo. Sono molto staccato,anzi anche un po' di più. Mia moglie spesso è disperata perchè dice che mi vesto
alla cavolo, che non so fare gli abbinamenti ecc. ecc. in effetti sono un comodo: cravatta maiiiii, scarpe tranquillamente basse e morbide, camicia solo il necessario (e solo d'inverno)... lo posso
fare (perchè al lavoro non mi scassano) e lo faccio.
quindi sono orgogliosamente staccato e ammiro le tre giacche che ho felicemente appese nell'armadio. Ciao staccata!!!

ciacco 06/05/2012 10:10

Mio marito appartiene alla categoria babbo-incravattato-per-forza dal lunedì al venerdì.
Fortuatamente per tutti non è di quelli che vestiti formale non muovono un passo ed infatti la lavanderia ringrazia, però dal venerdì sera al lunedì mattina si rifa con gli interessi acco.
Diciamo che passiamo dalla versione "signore elegante" a quella "fred flinstones" in un fiat

Marzia 06/04/2012 22:45

Il banner dei papà staccati e' bellissimo, una sana competizione ironica e originale pure. Ora vado a leggere ...

Stefano 06/04/2012 20:34

Io sono sempre abbastanza formale.
Mi capita però a volte di chiedere alla seienne dei consigli per come vestirmi.
Ne escono fuori cose così:
http://congedoparentale.blogspot.se/2011/02/quando-sono-le-bambine-decidere.html

la staccata 06/04/2012 14:27

Ma grazie! Mi permetto di ringraziare anche a nome dell'altro "cotanto" :-)

Chi Sono

  • : La Staccata
  • La Staccata
  • : Luana Troncanetti, scrittrice per caso, schiava devota dell'ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, aka Superboy. Nel 2009 ho vinto il Premio Massimo Troisi per la scrittura comica e sono ancora qui a disegnare cerchietti in un angolo e a chiedermi: "Ma che s'erano pippati quelli della giuria?"
  • Contatti

Sneakers o tacco 12? Scegli il tuo banner!

Mamma staccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

mamma taccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

Bogo Approved Blog

bogo approved blog   

Archivio

I miei libri

More about Enciclopedia degli scrittori inesistenti More about Le mamme non mettono mai i tacchi More about Aggiungi un porco a favola More about Tris di risate More about Se mi lasci non male More about Hai voluto la carrozzina?