Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 febbraio 2011 7 06 /02 /febbraio /2011 08:33


stefano bici



Mio marito, che fin dalla più tenera età combatte un’insidiosa tendenza alla pinguedine, ha sfoggiato per un abbondante ventennio una graziosa pancetta alla Fantozzi. Si sarebbe fatto impalare in cambio di una generosa porzione di tiramisù, ma ora è improvvisamente impazzito. O rinsavito, quello dipende dai punti di vista.

Non muoveva un passo neanche sotto tortura: in diciotto anni di frequentazione l’avrò visto camminare a piedi sì e no cinque volte. Abitiamo al terzo piano senza ascensore; percorrere tre rampe di scale senza un gravissimo  e impellente motivo, per lui equivaleva a scalare il K2 in equilibrio su un filo di seta. Così, se dimenticava le chiavi della macchina ero io che, prossima al parto, salivo a recuperarle. Per questo in gravidanza io ho messo su soltanto 10 chili, mentre lui ne ha accumulati almeno 12.  La sera, sdraiati nel lettone, ammiravamo sconsolati i nostri cocomeri. Io gli dicevo di non crucciarsi più di tanto, accade a molti uomini di mettere su chili quando la moglie è incinta. E’una sorta di gravidanza empatica, così dicono. “Sì” rispondeva lui “Ma a te fra un paio di mesi quella panza sparisce …” e, scuotendo la testa, riprendeva a sgranocchiare una tavoletta di cioccolata, mentre io continuavo a fare dei blandi esercizi per tonificare l’interno coscia.

Grazie a una forza di volontà poco comune in gravidanza, mi sono tenuta lontana dalle schifezze e ho continuato a praticare acqua gym fino alla trentottesima settimana di gestazione. E’ stato difficile, perché non ho mai sofferto di nausea e quindi la fame mi sbatteva al muro. Ma ho resistito, per amor mio in primis e anche per amore del Papy: non ho mai ceduto alla cara, vecchia, giustificazione “in gravidanza devi mangiare per due”, anche perché ci pensava lui ad ingrassare al mio posto.

Io ho smaltito il peso in eccesso a pochi mesi dal parto, lui ha aspettato che nostro figlio si affacciasse alla soglia dei sette anni per recuperare la forma fisica. E’ sempre stato un genio del fai da te, uno che non si è mai spaventato di fronte a pesanti lavori manuali, uno capace di tirare su la bellissima casa dove viviamo mattone su mattone, uno che un bel mattino si alza, decide di buttare giù un muro e non la smette di picconare finché non sviene, ma è stato sempre incredibilmente pigro.

Fare sport era fuori discussione: riemergeva da una mezz’ora di piscina con l’aria di uno che ha fatto la traversata della Manica a nuoto. Ora è a dieta stretta e macina 15 km al giorno inforcando una nuova bici che vale più della mia macchina. Gironzola equipaggiato di un’attillatissima tutina nera termo adattabile con provvidenziale rinforzo sul pacco, casco, maglietta fluo, mezzi guantini e bandana in testa. E’ una curiosa chimera a metà fra il mimo e Pino Insegno, personaggio al quale  Papy somiglia parecchio. La faccenda mi lusinga e inquieta al tempo stesso… Perché? Perché un ultraquarantenne pigro come una marmotta impasticcata improvvisamente si sfianca con le flessioni e gli addominali, perché mi costringe a cucinare tutto senza sale, perché continua a pesarsi ed è diventato più paranoico di un’adolescente alla vigilia del ballo delle debuttanti?

Perché? Il perché ve lo dico io: mio marito s’è fatto l’amica. Noooooooo? Certo che sì, altrimenti non si spiega. Ne discutevo amabilmente giorni fa con mia suocera. Con tua suoceraaaaaaa?  Sì, con mia suocera. Avete fatto caso che non parlo mai di lei nel mio blog? Non ne parlo perché quella granculo della Staccata dispone di una suocera deliziosa. Parlare delle suocere ha un senso solo se puoi distruggerle, in caso contrario perché sprecare tempo in occupazioni inutili?

“Evabbè, figlia mia” mi ha detto lei. “Speriamo almeno che abbia i soldi. E se non li ha, allora cercatene tu uno  ricco.” Perché c’ho la suocera emancipata, io.

A proposito: visto che né io né mio marito (almeno ufficialmente) abbiamo ancora trovato amanti facoltosi da spennare, per risanare il bilancio familiare l’ho messa all’asta su eBay.

Se volete approfittare dell’offerta potete collegarvi a questo link: http://suoceredeliziose. shop.ebay.it/ARTICOLI INTROVABILI /11450/i.html

Ma vi costerà carissima, una perla del genere non si svende per pochi spiccioli…


Condividi post

Repost 0

commenti

staccata 02/10/2011 12:25


@mammasterdam: ricevere una tua visita è un assoluto onore!!! PS: visitate il suo blog, uno dei più intelligenti del web, e dico poco.
@ekaeka: grazie, sei carinissima. Speriamo che la tua amica non ti mandi a quel paese per il pessimo consiglio.
@piattins: affare fatto, amica mia. Per te farò un prezzo speciale. Diciamo uno sconto tribù
@MaMMAFullTime: lontano dagli occhi, lontano dalle balle.
LANCIO UN SONDAGGIONE: Quante di voi hanno clikkato sul link-acquista suocera deliziosa sperando che fosse autentico???
 

MaMMaFuLLTiMe 02/09/2011 20:35

Mi viene da piangere. Perché vorrei tanto la tua deliziosa suocera ma soon disoccupata e non posso permettermela. Sai di qualche nuora che le presta o le noleggia?!? Per fortuna, comunque, la mia vive lontana!

anonimo 02/09/2011 08:50

mi hai fatto cominciare bene la giornata, va'
la suocera te la compro io al nero e sottobanco
piattins

ekaeka 02/09/2011 08:46

Leggo da poco il tuo blog, anche se non ho figli, e mi piace davvero tanto. Lo consiglierò alla mia amica neomamma.

Comunque devo dire che tuo marito non ha impiegato molto a buttar giù la panza, guarda lì che figurino!
Fosse così facile anche per noi donne, buttare giù un po' di cosce-culo...

anonimo 02/09/2011 08:19

Con il provvidenziale parapacco mi hai uccisa.

Ti dirò, Luana, che magari è una forma di midlife crisis, il mio ha deciso di prendersela quando abbiamo firmato il mutuo, estrinsecandola come disaffezione al lavoro (che critica ma non cambia). Io dico sempre che mi è andata bene, ci sono uomini che quando gli prende non trovano di meglio che mettere incinta una ventenne (le trovano, le trovano, la mid life crisis non si fa arrestare dai dettagli logici).

Pure tu, magari il mutuo vi è toccato farlo per bici e accessori, però vuoi mettere il ciclismo che bene che fa al maschio quadricipite? Fra un po' i jeans skinny non se li potrà mettere più manco lui.

(ahem, il mio si è messo a dieta, con buoni risultati direi).

Mammamsterdam che commenta poco perché splinder non l'ama

Chi Sono

  • : La Staccata
  • La Staccata
  • : Luana Troncanetti, scrittrice per caso, schiava devota dell'ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, aka Superboy. Nel 2009 ho vinto il Premio Massimo Troisi per la scrittura comica e sono ancora qui a disegnare cerchietti in un angolo e a chiedermi: "Ma che s'erano pippati quelli della giuria?"
  • Contatti

Sneakers o tacco 12? Scegli il tuo banner!

Mamma staccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

mamma taccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

Bogo Approved Blog

bogo approved blog   

Archivio

I miei libri

More about Enciclopedia degli scrittori inesistenti More about Le mamme non mettono mai i tacchi More about Aggiungi un porco a favola More about Tris di risate More about Se mi lasci non male More about Hai voluto la carrozzina?