Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 aprile 2012 6 14 /04 /aprile /2012 12:25

 
     

“I bambini oggi sono molto più svegli di un tempo” è un’affermazione che circola da quando nel mondo impazzavano ancora le Guerre Puniche, ma a volte sono proprio i genitori a svegliare tante Belle Addormentate quando sarebbe cosa buona e giusta farle sonnecchiare ancora un bel po'.  

       

"Una mamma non si giudica mai" è il mio mantra da sempre, ma in certi casi più che criticarla sarebbe bene toglierle la custodia dei figli o farla internare a vita in un ospedale psichiatrico.

 

Abbandonare l’infanzia quando si è ancora degli infanti mi spiazza. Lo trovo innaturale, illogico, taglia via una fetta importante nella vita di un bambino, lo tuffa di prepotenza in un mondo dove correre sembra essere una sorta di nuova religione. Alcuni bambini sono naturalmente precoci, altri sono defraudati della loro innocenza proprio dalla madre.

 

Sono incappata per caso in Little Miss America, un format in onda su Real Time su i concorsi di bellezza per nane truccate. Una roba agghiacciante, mi sono venuti i brividi.

 

Bambine piccolissime costrette a mettere lo spray autoabbronzante, le ciglia finte, i toupet, a fare la ceretta, le meches e a truccarsi come donne fatte. Gnappe di 4/5 anni indottrinate dalle mamme (e addirittura da personal trainer ingaggiate a tale scopo) a sculettare in modo lascivo, a lanciare baci e sorrisi stereotipati, a tenere alta la testa, diritte le spalle, a scimmiottare le donne “vere” in un modo che trovo di una tristezza infinita, a raggiungere la perfezione per incantare i giurati e portarsi a casa uno stupido trofeo.

 

    http://comunicazionedigenere.files.wordpress.com/2011/05/come-adulte-le-modelle-di-little-miss-america_v_av1.jpg

 

Ho assistito a capricci e pianti in quella trasmissione, ma non erano tanto le bambine a dare di matto, erano piuttosto le mamme. Donnucole bellocce che in passato hanno vinto un concorso (uno e basta) e che ora ripongono nelle figliolette (neanche ‘ste grandi bellezze, fidatevi, e la faccenda è per questo ancora più squallida) le loro belle speranze infrante.

 

Spendono 1.000 dollari per un vestitino da competizione pacchiano, ammaestrano quelle povere creature come scimmiette, le riprendono aspramente se non sorridono o camminano nel modo giusto, le scaraventano giù dal letto all’alba per raggiungere in macchina il luogo X e soprattutto inculcano loro il concetto che per essere femminili e vincenti nella vita bisogna ingannare, travestirsi, abbagliare gli altri con tutti i mezzi a disposizione.  

La bellezza sarebbe quindi un pour pourri di posticci, di lustrini, di falsità e soprattutto di perfezione...     

 

Conosco bambine meravigliose: hanno visetti irregolari, orecchie a sventola e denti da coniglietto. Sono quelle che improvvisamente esplodono in una risata sincera che le illumina di autentica bellezza e tintinna come una cascata di monetine d’argento in un salvadanaio. 

Sorridono perché hanno voglia di farlo, non perché glielo impone una mamma fuori di testa. Sorridono alla loro infanzia, loro. Per questo trovo che siano bellissime, tutte, anche quelle con le orecchie a sventola.

Condividi post

Repost 0

commenti

Mammamsterdam 07/31/2012 17:31

Si, pero a damigiane le gocce. Lo dico da sommelier, eh?

la staccata 07/05/2012 22:40

Mia deliziosa e garbata Lucy, io ho un maschietto. Ti rispondo soltanto questo. E mi raccomando, ricordati di prenderle le gocce di tanto in tanto, ok? Stammi bene.

LUCY 06/17/2012 17:35

Povera psicopatica frustrata di merda ma almeno ti rendi conto delle cose che dici?Spero sinceramente tu le dica solo per farti notare perchè altrimenti i figli,ammettendo ce tu li abbia o peggio
ancora che acida come sei tu li possa avere,dovrebbero levarli a te.Le bambine di quei concorsi sono bambine stupende e tranquilla che il caso in cui vengono obbligate a vestire e a truccarsi in
quel modo è raro,alle bambine piace atteggiarsi a piccole donne perchè effettivamente è ciò che sono e alle bambine piace anche sembrare delle piccole principesse:bene,questi concorsi danno loro la
possibilità di essere ciò che sognano ogni momento della loro vita anche solo per poche ore e tu negheresti a una bambina di viver il suo piccolo sogno e il suo piccolo momento di gloria?Una
possibilità che potrebbe non avere mai più?Ma sei una stronza allora.Le uniche persone a cui dovrebbero levare i figli siete voi,donne per la maggior parte Italiane,che volete crescere le vostre
figliolette nella convinzione che trucco e capelli sistemati siano cose da puttana,le vere puttane siete voi e riuscite ad essere invidiose persino di bambine piccole perchè loro sono ciò che voi
non avete potuto essere.Menomale che l'America ne ha poche di donne bigotte e malate di mente come te,fatti una bella visita allo psichiatra prima di mettere al mondo una bambina frustrata
psicopatica che vedi abusi dove non ci sono visto ce depilare le sopracciglia non è un abuso tantomeno truccare e vestire una bambina per farla essere più carina.Hai visto bambine carine che
esplodono in una risata?Beh di certo non erano le tue,nessuno è felice di avere una madre che abortisce i sogni della propria figlia e la cresce come una selvaggia e non come una
principessa.Comunque non mi pare tu abbia alcun diritto di giudicare l'operato altrui,quindi lascia stare la gente che ai figli ci tiene davvero e pensa ai cazzi tuoi.

Apice 07/07/2013 11:47

Al di là dell'individuale percezione delle persone, la bambina in foto ti sembra una bambina? In tal caso non c'è altro da aggiungere, io dico che sei semplicemente disturbata, Lucy. Riguardati.

mammachetesta 04/15/2012 08:04

Sono d'accordo con te.
E ti dirò che mi sono sempre rifiutata di guardare quel programma.
Mi piace tanto Real Time ma questa trasmissione non riesco a vederla nemmeno in pubblicità. Triste,amorale,riprovevole e diseducativa.
Da quando c'è onestamente ho iniziato a guardare meno tutto il canale.

Chi Sono

  • : La Staccata
  • La Staccata
  • : Luana Troncanetti, scrittrice per caso, schiava devota dell'ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, aka Superboy. Nel 2009 ho vinto il Premio Massimo Troisi per la scrittura comica e sono ancora qui a disegnare cerchietti in un angolo e a chiedermi: "Ma che s'erano pippati quelli della giuria?"
  • Contatti

Sneakers o tacco 12? Scegli il tuo banner!

Mamma staccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

mamma taccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

Bogo Approved Blog

bogo approved blog   

Archivio

I miei libri

More about Enciclopedia degli scrittori inesistenti More about Le mamme non mettono mai i tacchi More about Aggiungi un porco a favola More about Tris di risate More about Se mi lasci non male More about Hai voluto la carrozzina?