Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
21 settembre 2010 2 21 /09 /settembre /2010 09:03


burt 2



Sono stati sufficienti due giorni per fare di lui un drogato. Due pidocchiose giornate ed era già strafatto di PSP. Al terzo giorno… No, non è resuscitato. Gli ho revocato la licenza di gioco, sapevo benissimo che sarebbe andata così, per questo non ho mai voluto che mettesse le mani sui videogames. Intendiamoci: non sono un animale preistorico, né demonizzo in senso assoluto la play station: a piccole dosi tutto si può e si deve fare. Ma Superboy è estraneo al concetto di limite, non riconosce l’autorità di nessuno, non l’ha mai fatto, ultimamente più che mai. Ciò non significa che è cresciuto allo stato brado, ma semplicemente che fatico come una bestia per farmi ubbidire… Sì, lo so che questa frase è al primo posto nella top ten dei luoghi comuni mammeschi, ma per una volta tanto peccherò di scarsa originalità.

Lui pensa di fregarmi, così come fanno i figli adolescenti, ci prova da quando è nato. Ieri gli è anche cresciuto un brufolo sulla fronte. Lo ha rimirato allo specchio, compiaciuto. Mi ha chiesto: “Ma sarà l’adolescenza?” Ha ubbidito alla regola si gioca per mezz’ora, non un secondo di più solo il primo giorno, per tenermi buona. Al secondo ha già fatto i capricci. Al terzo ha dato di matto, una scenata che avrebbe fatto singhiozzare d’invidia Eleonora Duse. Ha lanciato oggetti, gridato come un ossesso, sputato al padre. Sì, avete letto bene: ha sputato al padre, proprio come un drogato in crisi d’astinenza.

Il dolcissimo bambino che mi scrive lettere d’amore, che ci invita sempre ad un abbraccio a tre perché noi siamo una bella famiglia, quello che un tempo chiedeva le cose per favore, salutava tutti e ringraziava dieci volte se gli davo un bicchiere d’acqua, ha sputato a suo padre. Ma non è tutto: ho scritto “un tempo” perché recentemente il suo cervelletto ha smagnetizzato le regole più rudimentali del buon vivere. Superboy è sempre stato un bambino difficoltoso su mille fronti, uno che ha sempre precorso i tempi e ci ha costretto a situazioni che i genitori di bimbi della sua età non riuscivano neanche ad immaginare, ma perlomeno era educatissimo. Tentava di svicolare le regole con un fare da simpatica canaglia, sempre con il sorriso sulle labbra, con una scarica strategica di baci assassini che avrebbero steso al tappeto qualsiasi mamma. Non vinceva lui, è chiaro. Ma perlomeno i suoi sforzi di riuscire a fare il cacchio che gli pareva erano in qualche modo simpatici.

Ora ci risponde con un’arroganza che mi fa voglia di prenderlo violentemente a pugni su quel bel musetto. Non lo faccio, ovvio. Ma l’impulso c’è, e la questione inizia ad essere inquietante. Il peggio è che fa il galletto anche con altri adulti. L’ha fatto anche ieri sera, durante una cena fra amici. A dirla tutta a quel cinquantenne mentecatto che vaneggiava di regole ridicole avrei risposto male anch’io.  Ma io ho quarant’anni, non sei. Divagazioni a parte: ultimamente scambierei volentieri quel tappo adolescente con un branco di orsi bianchi a digiuno. No: il figlio brufoloso e isterico con sette anni d’anticipo no. Nun se po’ regge!

Al prossimo che cinguetta: “Uuuuuuuuuuuuh! Ma quanto è sveglio tuo figlio! Sembra tanto più grande della sua età!” giuro che gli sputo in faccia. Sì, perché le brutte abitudini quello zotico di mio figlio dovrà pur averle ereditate da qualcuno. Come ho scritto nel post precedente “Il DNA non è segatura!”

Mamme tutte, vi prego: aiutatemi. Se anche voi vivete una situazione analoga alla mia, fate coming out.  Ditemi che non sono la sola, mentite se necessario, ma regalatemi un raggio di solidarietà. Posso reggere ancora un paio di giorni, poi firmo quel benedetto modulo di iscrizione al carcere minorile e chi s’è visto s’è visto…


 


Condividi post

Repost 0

commenti

anonimo 10/08/2010 22:05

Il tuo post è per me l'equivalente di un film horror per un bambino di 5 anni.Avendo un figlio maschio di 3 anni dici che mi devo preparare al peggio anche io?Il tuo ne ha 6 giusto? bene, calma e sangue freddo, ho ancora 3 anni di tempo per iscrivermi a yoga e diventare puro spirito di pace e serenità in attesa dell'inevitabile.In bocca al lupoNadia

anonimo 09/27/2010 11:12

Cavolo, stavolta ti sento più preoccupata del solito e mi dispiace! Come sai non ho alcuna esperienza in materia, ma anche se l'avessi sono certo che mi guarderei bene dal farti pervenire suggerimento alcuno, certo dell'unicità che caratterizza Siperboy ed ogni singolo bambino sula faccia della terra.Per cui, accontentati della spruzzatina d'affetto via web che non ti farò mai mancare. Un bacio : )Gaetano

anonimo 09/26/2010 08:36

mamma di un ventenne Speciale che da seienne era ancor più atipico lo definivano "polemico" per non accettare che in realtà "sapeva il fatto suo".....ora è un Uomo maturo per i suoi 20 anni anagrafici ma la cosa più bella è che noi abbiamo un  rapporto figlio/mamma a suo dire PREZIOSO e io non posso che ringraziarlo ma ......mondo cipolla è stata una bella salita questo ventennio di crescita reciproca una salita che non vi dico per me e per lui.....ma in vetta insieme si gioisce di un panorama Unico.Tenete duro tutte quente Mamme di piccoli futuri Grandi Uomini......in fondo solo Speciali figli.MamP

staccata 09/23/2010 12:06

@Mammamesterdam: santa subito! Grazie, lo so che sarà dura, ma grazie per aver condiviso la tua esperienza. Anch'io lo coccolo più del solito, da giorni. Per un po' non ha funzionato, ma stamattina ho già visto un raggio di sole. Mi ha abbracciato, dicendomi che non lo sa perchè è tanto arrabbiato.  E che se lo aiuto ce la faremo, insieme. E'già qualcosa...

anonimo 09/23/2010 12:00

Ha sei anni? Tranquilla, è l'ormone, l'ho imparato su "crescere figli maschi" e verso quell'età lì gli aumentano da pazzi i liveli, poi l'opposizione che ti hanno linkato sopra, insomma, i capelli bianchi. Ti dico solo che il mio faceva gli sberleffi alla maestra che voleva solo che stesse in fila sulle scale, mentre a fargli fare i lavori di grupo aveva rinunciato.Le ho consigliato di fargli fare degli sforzi fisici (tipo 3 volta il giro di corsa della scuola) perché l'ormone ha anche quell'effetto lì di renderli mobili e irrequieti. Quando spiegava e lui dava fastidio gli dava piccole commissioni per fargli fare qualcosa fuori, tipo andare nell'altra classe a prendere in prestito un gessetto giallo (mi raccomando, aveva detto alla collega, se lo vedi entrare, non chiedergli niente, non  dirgli niente, te l'ho mandato io). Dopo qualche mese gli è passata, quest'anno è un angelo, fa cose interessanti e stimolanti e non vede l'ora di leggere bene.Ci ho anche litigato un intero inverno rifiutando di continuare a mettergli le scarpe io all'ultimo minuto solo perché stavamo per uscire. Lui le prendeva a calci, ci litigava, eravamo sempre in ritardo e se proprio ero esasperata lo mettevo di peso con scarpe e tutto fuori casa (sull'asfalto) dicendogli di arrangirsi mentre io chiudevo i vari chiavistelli. aiutava che vanno a scuola con le figlie dei vicini, quindi avere le tre bimbe lì ad aspettarlo e a volte a prenderselo per mano o incitarl, aiutava.Però tieni duro, dopo qualche mese passa. io continuavo a coccolarlo e dirgli che gi voglio bene, ma senza mollare di un cm. il coccolarlo ovviamente era la mia risposta terapeutica all impulso di strangolamento.(poi, dice il libro, hanno un altro giro di ormoni verso gli 11 annni, ma ci si penserà per allora).coraggio e pazienza,Mammamsterdam

Chi Sono

  • : La Staccata
  • La Staccata
  • : Luana Troncanetti, scrittrice per caso, schiava devota dell'ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, aka Superboy. Nel 2009 ho vinto il Premio Massimo Troisi per la scrittura comica e sono ancora qui a disegnare cerchietti in un angolo e a chiedermi: "Ma che s'erano pippati quelli della giuria?"
  • Contatti

Sneakers o tacco 12? Scegli il tuo banner!

Mamma staccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

mamma taccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

Bogo Approved Blog

bogo approved blog   

Archivio

I miei libri

More about Enciclopedia degli scrittori inesistenti More about Le mamme non mettono mai i tacchi More about Aggiungi un porco a favola More about Tris di risate More about Se mi lasci non male More about Hai voluto la carrozzina?