Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 marzo 2010 5 19 /03 /marzo /2010 06:10
libro


Ieri sono andata in una libreria specializzata in testi per bambini. Ragionavo con la proprietaria su un curioso fenomeno: poiché il locale è strutturato in modo molto accattivante, con scaffali che pullulano di disegni infantili e peluche, le persone che si trovano a sbirciare nelle vetrine credono che sia una ludoteca. Un tavolinetto attrezzato con fogli da disegno e pennarelli accentua questa sensazione, nonostante sia palese che quella è una libreria.

E’ perciò convinzione diffusa che in quel luogo non si vendano libri, ma si giochi. I pochi ardimentosi che varcano la soglia del negozio, il più delle volte domandano: “ Ma voi, i libri li vendete?”

“No, ma scherziamo? Li acquistiamo perché ci diverte aprire l’estratto conto bancario e vedere che è in rosso. Per ingannare il tempo, li spolveriamo…” Questa dovrebbe essere la replica di chi gestisce questa attività a una domanda così sterile.  

Fra una chiacchiera e l’altra, ad un certo punto un libro è caduto dallo scaffale a testa in giù, con le pagine aperte sul pavimento a quattro di bastoni.

La proprietaria ha commentato serafica: “ Eccone un altro che si è suicidato!”

In Italia ci si lamenta tanto del fatto che non si legga abbastanza, e la questione è già di suo è piuttosto grave.  Ma leggere almeno l’insegna di un negozio, porca di quella vacca, non richiede poi questo sforzo trascendentale!

Ora capisco perché gli artisti muoiono poveri e indigenti. Pur faticando ancora nel definirmi “scrittrice” a tutti gli effetti, vi annuncio che ultimamente ho perso due chili senza l’ausilio di una dieta.

Devo iniziare a preoccuparmi oppure ringraziare il Cielo per il dono inaspettato?


 


Condividi post

Repost 0

commenti

anonimo 04/04/2010 17:44

Ho letto che sei scrittrice. Sai mi diletto anch'io nella scrittura, anche se non ho ancora pubblicato niente...Vorrei diventare come te, mi sai dare qualche consiglio per essere così simpatica. Lo sei proprio tanto, tanto, tanto.davverobravabello il tuo blogmi sono divertita tantissimo a leggere i soprannomi che dai ai componenti della tua famiglia. siete proprio una banda di simpatici umoristi....;-IMamma Svagata

Chi Sono

  • : La Staccata
  • La Staccata
  • : Luana Troncanetti, scrittrice per caso, schiava devota dell'ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, aka Superboy. Nel 2009 ho vinto il Premio Massimo Troisi per la scrittura comica e sono ancora qui a disegnare cerchietti in un angolo e a chiedermi: "Ma che s'erano pippati quelli della giuria?"
  • Contatti

Sneakers o tacco 12? Scegli il tuo banner!

Mamma staccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

mamma taccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

Bogo Approved Blog

bogo approved blog   

Archivio

I miei libri

More about Enciclopedia degli scrittori inesistenti More about Le mamme non mettono mai i tacchi More about Aggiungi un porco a favola More about Tris di risate More about Se mi lasci non male More about Hai voluto la carrozzina?