Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 novembre 2011 2 01 /11 /novembre /2011 07:50
erri


Ieri ho letto per caso questo vecchio articolo di Massimiliano Parente su il giornale.it

Se avete una qualche aspirazione a pubblicare un libro, mi raccomando: evitate di mandargli dei manoscritti. Spediteli piuttosto a vostra madre, la quale li leggerà con piacere (o magari con rassegnazione, quello dipende se l'X factor lo avete oppure no) e soprattutto gratis.

Tutti i torti questo Parente non li ha, ma vomitare in modo così tagliente addosso ai sogni della gente è una caduta di stile che poteva tranquillamente risparmiarsi, anche perché non mi risulta che abbia mai vinto il premio Nobel per la letteratura.  

Conosco invece uno Scrittore in grado di esprimere gli stessi concetti in modo civile, ragionevole e pacato.  Perché possiede il raro dono della sintesi, Lui. E perché i Geni usano poche parole. I comuni mortali, invece, ne utilizzano una quantità spaventosamente superflua.

Ecco come un autentico Signore spiega la stessa cosa in poche righe. Pensieri semplici, ragionevolissimi, diretti, che colpiscono il segno.

“Non spedire opere tue a scrittori. Non si mandano scarpe fatte da sé ai calzolai perché provino a calzarle. Non si spedisce al pasticciere un dolce fatto in casa perché lo assaggi. Diventare scrittori, darselo per compito, definitivo o provvisorio, non passa dal contatto e dalla sponda di un altro scrittore. Quello è vicolo cieco, non smistamento.”

Erri De Luca da: “Tentativi di scoraggiamento (a darsi alla scrittura)”


Condividi post

Repost 0

commenti

mocaliana 11/10/2011 14:08

....io adoro Erri De Luca!

anonimo 11/01/2011 13:02

Troppo spesso la presunzione e la presunta superiorità rispetto agli altri - che poi, è tutta da dimostrare - prendono il sopravvento e portano persone mediocri a distruggere gli altri per elevare se stessi...

staccata 11/01/2011 09:54

@cautelosa: e hai pensato bene. Le clave meglio lasciarle in mano ai trogloditi.

staccata 11/01/2011 09:06


Tentativi di scoraggiamento è un libriccino formato 10x15 di appena 32 pagine. Ma racchiude tanta di quella geniale saggezza che almeno una volta al mese me lo rileggo a mo' di Bibbia, assaporandone ogni virgola. Mi sento piccola in modo infinitesimale di fronte alla sua penna, ma contestualmente grande perchè le perle di saggezza che ci regala in quest'opera io istintivamente le ho sempre messe in pratica. Nella mia rudimentale intelligenza, certi passi falsi non li ho mai commessi. E questo mi fa sperare che un giorno scrittrice lo diventerò sul serio. Oppure no, ma chissenefrega. Io scapre agli altri calzolai non le ho mai spedite. E' già una labile traccia di saggezza, questa.

cautelosa 11/01/2011 09:05

E' una dote non molto diffusa quella di saper dire delle verità, a volte sgradevoli, con parole 'delicate' o perlomeno non offensive.
Quand'ero insegnante, ho talora pensato che forse sarei stata in grado di scrivere trattati diplomatici (perché anche lì le parole non devono essere usate come clave...)

Chi Sono

  • : La Staccata
  • La Staccata
  • : Luana Troncanetti, scrittrice per caso, schiava devota dell'ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, aka Superboy. Nel 2009 ho vinto il Premio Massimo Troisi per la scrittura comica e sono ancora qui a disegnare cerchietti in un angolo e a chiedermi: "Ma che s'erano pippati quelli della giuria?"
  • Contatti

Sneakers o tacco 12? Scegli il tuo banner!

Mamma staccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

mamma taccata

Copia/Incolla il codice nel tuo sito:

Bogo Approved Blog

bogo approved blog   

Archivio

I miei libri

More about Enciclopedia degli scrittori inesistenti More about Le mamme non mettono mai i tacchi More about Aggiungi un porco a favola More about Tris di risate More about Se mi lasci non male More about Hai voluto la carrozzina?